no-image

Report KSN: il Ransomware nel periodo 2016-2017

All’inizio del 2017, i ricercatori di Kaspersky Lab hanno scoperto una tendenza emergente e quantomai pericolosa: un numero sempre maggiore di cybercriminali sta spostando le proprie “attenzioni” dagli attacchi contro gli utenti privati agli attacchi ransomware di natura mirata, condotti nei confronti di imprese ed organizzazioni di vario genere. Leggi tutto l'articolo

no-image

Errori in WannaCry che consentono di ripristinare i file dopo l’infezione

Talvolta, gli sviluppatori di programmi ransomware commettono degli errori, a livello di codice. Errori del genere possono consentire alle vittime di ottenere nuovamente l’accesso ai propri file originali, dopo l’infezione causata dal ransomware. Nel presente articolo verranno descritti, in breve, vari errori commessi dai virus writer che hanno sviluppato il famigerato ransomware WannaCry. Leggi tutto l'articolo

no-image

Kaspersky Security Bulletin 2016. La rivoluzione del ransomware

Tra gennaio e settembre 2016 gli attacchi ransomware diretti alle imprese sono aumentati di tre volte, fino all’equivalente di un attacco ogni 40 secondi. Con il boom del ransomware-as-a-service, ed il lancio del progetto NoMoreRansom, Kaspersky Lab ha definito il ransomware come il proprio “tema chiave” per il 2016. Leggi tutto l'articolo

no-image

Il ransomware per PC nel periodo 2014-2016

Il numero degli utenti attaccati dal ransomware è davvero enorme. Ma quali sono le esatte proporzioni del fenomeno? Il ransomware sembra essere una minaccia globale. Vi sono, tuttavia, regioni geografiche in cui il rischio è più elevato? A quanto pare, esistono numerose famiglie di ransomware. Quali sono, però, quelle più diffuse e pericolose? Leggi tutto l'articolo

no-image

Locky, il ransomware crittografico che fa il giro del mondo

Nel mese di febbraio 2016, la rete Internet è stata letteralmente scossa dall’epidemia informatica generata da un nuovo Trojan crittografico, denominato Locky. Le attività nocive legate alla diffusione di tale malware non sembrano peraltro affievolirsi: sinora, i prodotti Kaspersky Lab hanno individuato tentativi di infezione dei computer degli utenti, da parte di questo temibile Trojan, in ben 114 paesi. Leggi tutto l'articolo

no-image

L’evoluzione di Acecard

Dopo aver analizzato tutte le varianti di malware, a noi note, ascrivibili alla suddetta famiglia Acecard, abbiamo potuto stabilire che i software nocivi in causa attaccano un elevato numero di applicazioni, di vario genere. L’elemento di maggior interesse è tuttavia costituito dalla presenza, in tale elenco, di quasi 50 applicazioni e servizi legati alla sfera finanziaria. Leggi tutto l'articolo