Spam e phishing nel primo trimestre del 2017

Nonostante all’inizio del primo trimestre del 2017 le quantità di spam presenti all’interno del traffico di posta elettronica mondiale abbiano iniziato a diminuire in maniera sensibile, nel successivo mese di marzo la situazione si è poi “stabilizzata”; la quota relativa ai messaggi di spam rilevati nei flussi e-mail globali si è così attestata su un valore medio pari al 55,9%. Per quel che riguarda, invece, le quantità di spam distribuite in Rete dal territorio dei vari paesi, osserviamo come il primo posto della speciale graduatoria relativa alle fonti geografiche dello spam mondiale sia nuovamente andato ad appannaggio degli USA (18,75%); sul secondo e sul terzo gradino del “podio virtuale” si sono poi collocati, rispettivamente, Vietnam (7,86%) e Cina (7,77%). Leggi tutto l'articolo

Spam e phishing nel terzo trimestre del 2016

Nel terzo trimestre del 2016, l’indice relativo ai messaggi di spam presenti all’interno del traffico e-mail mondiale si è attestato su un valore medio pari al 59,19% del volume totale dei messaggi di posta elettronica. La quota più elevata di messaggi e-mail indesiderati è stata riscontrata nel mese di settembre (61,25%). Leggi tutto l'articolo

Spam e phishing nel secondo trimestre del 2016

Nel secondo trimestre del 2016, la quota relativa alle e-mail di spam presenti nei flussi di posta elettronica globali si è attestata su un valore medio pari al 57,25% del volume totale dei messaggi di posta circolanti in Rete, facendo registrare un lieve aumento (+ 0,33%) rispetto all’analogo indice rilevato riguardo al primo trimestre dell’anno in corso. Così come in precedenza, la speciale graduatoria relativa alla ripartizione geografica delle fonti dello spam mondiale, risulta capeggiata dagli Stati Uniti. La composizione della “trojka” dei paesi leader di tale rating viene completata, come nel trimestre precedente, da Vietnam e India. Leggi tutto l'articolo

Spam e phishing nel primo trimestre del 2016

Nel primo trimestre del 2016, la quota relativa ai messaggi di spam presenti nei flussi di posta elettronica globali è cresciuta di 2,7 punti percentuali rispetto all’analogo valore per essa rilevato nel trimestre precedente. Per ciò che riguarda tale importante indice, tuttavia, è ancora prematuro parlare di una specifica tendenza al rialzo. Così come in precedenza, la speciale graduatoria relativa alla ripartizione geografica delle fonti dello spam mondiale, risulta capeggiata dagli Stati Uniti. Leggi tutto l'articolo

Spam e phishing nel terzo trimestre del 2015

Nel terzo trimestre del 2015, la quota inerente ai messaggi “spazzatura” rilevati nel traffico globale di posta elettronica ha fatto registrare un decremento di 0,8 punti percentuali rispetto all’analogo indice riscontrato nel trimestre precedente, attestandosi in tal modo su un valore medio pari al 54,2%. Leggi tutto l'articolo